Concerto per San Michele 2019

Ormai evento tradizionale nel panorama del settembre lucchese, si è svolto sabato 21 settembre il concerto per San Michele 2019. Protagonisti sul palco sono stati la Polifonica Lucchese, il gruppo corale Santa Felicita e… una nutrita rappresentanza degli Stereo Tipi. Insieme al soprano Mirella Di Vita, al contralto Sara Bacchelli, al tenore Marco Mustaro e al basso Andrea Paolucci, ci siamo cimentati con il Magnificat a 4 voci con strumenti (1774) di Antonio Puccini e con la Missa in tempore belli (Paukenmesse) in do maggiore per soli, coro e orchestra di Franz Joseph Haydn. La parte strumentale è stata affidata all’Orchestra da camera Luigi Boccherini diretta dal maestro Egisto Matteucci, trascinatore e anima dell’intero evento.

All’emozione di confrontarsi con un brano del tutto inedito come il Magnificat di Antonio Puccini, si è aggiunta la sfida di ricostruire insieme ad altri cori, e con un limitato numero di prove, i precisi incastri vocali realizzati da Haydn nella sua Missa in tempore belli. Il tutto in una gremita chiesa di San Michele in Foro, location prestigiosa e avvezza a eventi di questa levatura.

Per il sottoscritto, Stereo Tipo dell’ultima ora, un bellissima esperienza.

Ma ora si riparte. Gli Stereo Tipi ricominciano dopo la stagione estiva con il loro repertorio dalle sonorità sicuramente più raccolte, con nuovi spartiti da esplorare e da far diventare nostri.

Paolo

Marta Lotti + Emanuele Lippi = LOVE, MUSICA, Intrecci di Vita

Emanuele

La famiglia di Emanuele Lippi è originaria del mio paese, Diecimo. Gabriele, il padre, è infatti il più piccolo di molti fratelli e sorelle di famiglia Diecimina. Sì, lo so, la sto prendendo parecchio alla lontana 😀 …
Emanuele, comunque, non ha mai abitato a Diecimo. Tuttavia il padre conservava (e conserva tutt’ora) un’abitazione proprio davanti a dove abitavo io negli anni fra il 1997 e il 2002, all’epoca del primissimo nucleo degli Stereo Tipi (iniziammo nel 1998), dove veniva (e viene) a passare qualche giorno ogni tanto, specie d’estate, insieme alla famiglia. In una di queste occasioni ho conosciuto Emanuele, che in quel momento era prossimo al diploma di pianoforte. Ricordo venne in camera mia, dove avevo il mio pianoforte che strimpellavo sgraziatamente, e si mise a suonare il pezzo che avrebbe portato al diploma, lasciandomi letteralmente senza parole (al momento non ricordo però minimamente di che pezzo si trattasse, ah ah ah).
Quella è stata l’unica occasione in cui ci siamo visti, fino al 23 gennaio 2018 all’Accademia Montegral di Gustav Kuhn.

Marta

Abbiamo conosciuto Marta nel 2017. Era il 28 aprile ed in programma c’era la prova generale per la Petite Messe Solennelle di Rossini a Lucca, il giorno successivo. Noi Stereo Tipi ci occupavamo, ovviamente, della parte del coro, grazie all’invito di Massimo Salotti, amico, pianista e “nostro fan”, che aveva organizzato il concerto insieme al tenore Marco Voleri. Nel periodo antecedente il concerto studiammo e facemmo le prove col solo Massimo, fino alla prova generale che raccolse tutto lo staff di musicisti e cantanti. Nella parte del contralto solista c’era appunto Marta Lotti, di Livorno. Il concerto fu un’esperienza bellissima e rimanemmo davvero colpiti dalla bravura di Marta e degli altri solisti. Anche noi Stereo Tipi, con gran soddisfazione, ricevemmo complimenti stupendi da parte loro. Poi tutti ci salutammo, finché…

Dopo qualche mese Lia riceve una telefonata da Marta: “Ciao Lia, vorrei presentarvi al Maestro Kuhn”. Da quella telefonata è nata una storia stupenda per noi Stereo Tipi, che ci ha portato anche al festival di Erl in Austria.
Ma insomma, il 23 gennaio 2018 andiamo all’Accademia Montegral. Là troviamo ad attenderci Marta e… Emanuele, entrambi collaboratori dell’Accademia e del Maestro Kuhn e… fidanzati!
Ebbene, non conosco la loro storia d’amore. Non so come si sono conosciuti né quando, né come i loro fili della vita si sono dipanati e infine intrecciati. Ma so che tutte queste strade sono confluite domenica scorsa 25 agosto nella chiesa di Santa Lucia a Luciana, Fauglia, per il loro matrimonio, al quale abbiamo avuto il grande onore di cantare, eseguendo alcune polifonie di Nanino e Palestrina e alcuni brani da una messa di, neanche a dirlo, Lotti!

Marta, Emanuele: tantissimi auguri di tanta strada insieme, tanto amore e tanta musica!

Con affetto e amicizia e stima,

Stereo Tipi

 

Voci nell’alba

È domenica, ma da poche ore. Il cielo, ad est, mostra i primissimi chiarori quando saliamo sulla seggiovia dell’Alpe Tre Potenze, in Val di Luce.
È molto suggestivo. Scenderemo circa 10 minuti dopo, a quota quasi millennove, per arrivare al lago piatto, ammirare una meravigliosa alba e celebrarla con le nostre voci.
Un concerto a quest’ora e a questa quota davvero non mi era mai capitato. Una fusione di bellezze: musica, montagna, il miracolo del sole che sorge.
Eppoi, la colazione al sole al rifugio!!!






Notte Clara a Collesalvetti

Ecco, mi tocca. “Cosa?”, vi chiederete…
Scrivere di questa serata che ci ha visto cantare su un palco in Piazza della Repubblica a Collesalvetti, in occasione della “Notte Clara” del 18 luglio.
Ci siamo dati da fare, davvero: a livello scenico, scegliendo un repertorio poco impegnativo per l’ascolto e modificando la scaletta sulla base degli “imprevisti”. E in fondo ci siamo anche divertiti! But…

Non si può cantare a cappella in una piazza dove, alla destra del palco, lo stand dell’associazione calcistica (e non posso neanche dir che non ho nulla contro il calcio, perché in effetti ne avrei parecchie…) distribuisce sangria (peraltro gustosa) e le hit dell’estate. Alla sinistra, l’impianto audio dei “calci in culo” spara 2000 w di house, rap e trap dall’ultimissima scena italiana. Senza contare l’idea di origini poco note di alternare i nostri brani all’esibizione delle ballerine della scuola di danza locale: bellissime e bravissime ragazze che si sono esibite su musica riprodotta a volume adeguato alla situazione (ovvero appalla!) e che forse stavano meglio senza le nostre “interruzioni”.

A praticamente nulla è servito l’intervento del volenteroso e non-informato-delle-nostre-esigenze tecnico del suono (che ringraziamo sentitamente), il quale ha tentato di raccogliere i nostri flebili sospiri (se confrontati con la “tempesta cacofonica in corso”) con un paio di microfonini che aveva fortuitamente a disposizione.

Ma insomma, è andata bene, ALLEGRIA! Il prosecco era bono e il fritto misto pure.

Alla prossima sagra, faremo sapere le date. Solo a mangiare, però!

Grazie a Luca Priori per la foto dietro le quinte!

Rassegna Corale Gallicano

Il 30 giugno scorso siamo tornati a cantare alla Rassegna Corale di Gallicano, organizzata nella Chiesa di San Jacopo dalla Corale Polifonica di Gallicano guidata dal caro amico Don Fiorenzo Toti.

Una bella occasione di coralità e condivisione musicale e culturale della nostra zona.

Senza contare il lauto rinfresco finale 😉

Grazie a tutti i coristi e agli organizzatori di questa bella manifestazione, alla quale siamo più volte stati invitati, nel corso della nostra attività.

Festa dell’Accademia di Montegral 2019

Anche questa volta, la festa dell’Accademia di Montegral del Maestro Gustav Kuhn è stata una fantastica occasione per noi Stereo Tipi. Ci siamo sentiti circondati da altissima professionalità, in mezzo a musicisti e cantanti incredibili, tutto in un’atmosfera tesa alla ricerca della verità della musica, ovvero della reale intenzione dei musicisti che l’hanno composta. Non solo note, non solo segni di espressione sulle parti, ma ricerca dei motivi per cui, ad esempio, Rossini può aver scritto quel “pppp”.

Due giorni nella musica, a partire dal concerto del sabato pomeriggio, proseguendo nella cena con tantissimi contributi musicali, fino alla messa cantata della domenica mattina.

Bellissimo. Grazie a tutta l’Accademia, Grazie Maestro Kuhn!

LuccaClassica2019


UOOOOO!!!! Cantare (o meglio “performare” 😉 ) nel bel mezzo di Piazza Anfiteatro, devo dire la verità, mi era già capitato… ma con questo gruppo qua, il Nostro Gruppo, quello che è come un figliolo, è la prima volta. E devo dire che mi sono proprio divertito e emozionato, davanti a tutto quel “botto” di gente che si è radunato ad ascoltarci, dopo neanche 10 battute del primo pezzo iniziato a piazza praticamente vuota, in questa domenica di sbuferate di pioggia!
Tutto questo è accaduto in seno alla manifestazione Lucca Classica. Grazie a Tuttiiii!!!

Powered by flickr embed.

Massimo Salotti – Diffusa Mente

È un destino intrecciato in tanti, tanti passaggi e passaggi, quello degli Stereo Tipi e di Massimo.
E anche questo passaggio è stato intenso e alternativo, nel foyer del teatro dei Differenti a Barga, lo scorso 17 febbraio, per “Diffusa Mente” Barga 2019.

Massimo artista a tutto tondo, musica, visual art, pittura. E noi lì, nella penombra, musica vocale come musa ispiratrice.
Grazie Massimo 😙

Fb Massimo Salotti

… ancora una foto da Fb…

e un po’ di foto by Keane from Barganews

e video:

E anche questa è fatta…

“Ma insomma, com’è andata in Austria?”

IL VIAGGIO:

 

Ho avuto nuovamente la conferma che il viaggio regala emozioni forti. Condividere lo spazio relativamente piccolo dell’auto per 8 ore con le persone può essere tutto fuorché indifferente.

In effetti, facendo due calcoli abbiamo percorso complessivamente più di 1.700 chilometri, per un totale di circa 32 ore di macchina. Tutto ciò, suddiviso fra due periodi, prima quello delle prove, poi quello del concerto.

Pensandoci però, è un po’ sconvolgente! Questo era sicuramente uno dei pensieri più ricorrenti prima della partenza, soprattutto per un individuo pigro e sedentario come me. Dover abbandonare casa per una settimana per poi ritrovarmi sul suolo straniero. E la lingua? E il cibo? E la gente?

IL SOGGIORNO

Tutta questa nube di pensieri sono stati subito spazzati via. Al Künstler Herberge, l’albergo riservato ai cantanti e ai musicisti, proprio di fronte al teatro, siamo stati accolti calorosamente, e non solo in senso metaforico, intendo proprio con il termostato fisso a poco meno di 30°. E c’è chi ha avuto anche il coraggio di prenotare la sauna…

Insomma, serviti e riveriti, fin troppo viziati.

In realtà però, un timore nato prima della partenza, si è confermato più volte. Non c’è verso, la cucina italiana manca, sempre e comunque, non c’è Schnitzel, Gulasch o Bretzel che regga. Manca la pasta, manca la pizza, MANCA L’OLIO!

Non manca mai la birra, alla fine, mi pare un buon compromesso…

SI VA IN SCENA

Maximilian: la Prima è andata in scena!

Tornando da Erl.
Notte e
bufera di neve.
L’autostrada del Brennero
è una pista da renne
e le ruote
scivolano lasciando scie
che svaniscono sotto fitti fiocchi
e i fari scuciono il buio bianco
quel tanto da poter lentamente
e silenziosamente avanzare.

E affiora e si incarna nel petto
come un morbido e solenne pulsare
l’emozione di questi giorni
e un grande GRAZIE!

Perché il 3 gennaio 2019 è andata in scena la Prima di “Maximilian“, un opera allegorica scritta per celebrare il 500mo anniversario della morte di Massimiliano I.
E perché noi Stereo Tipi c’eravamo, lì, su quel palco, a dare il nostro contributo, vivendo un’esperienza teatrale di livelli elevatissimi, con artisti, tecnici e musicisti spettacolari!

Grazie a tutti, tutti, tutti del Tiroler Festspiele, per la grande professionalità, la fantastica accoglienza e la passione con la quale è stata allestita quest’opera.

In particolare grazie a Marta Lotti, Andreas Leisner, Charlotte Leitner, Emanuele Lippi, Myriel Meissner, Stefano Teani, Lada Kyssy, Beomseok Yi, Maria Radoeva, Ronald Seboth, l’Orchestra e il Coro del Festival.
Grazie al pubblico, che ha riempito l’enorme platea del teatro.

Un grazie speciale al Maestro Gustav Kuhn, che davvero ha creduto in noi e ci ha regalato questa opportunità.

E infine, il mio ringraziamento personale, mio di Martino, a questo gruppo degli Stereo Tipi, a tutti i ragazzi che ci hanno creduto e che ci credono! È fantastico!!! E ora giù foto!!!

Foto ufficiali

Visualizza le foto originali su fotoservice.at

Foto “dietro le quinte”

Powered by flickr embed.